Zafferano

Lo zafferano è una spezia molto preziosa e puo’ essere coltivata nache in Ticino

La pianta dello zafferano nasce da un bulbo (Crocus sativus) e la spezia viene prodotta con i tre filini degli stimmi del fiore. E’ un tuberosa molto resistente agli sbalzi di temperatura e alla siccità, ha bisogno molta luce e teme i ristagni idrici. Per ottenere dei buoni risultati bisogna piantarlo in terreni fertili e lavorati i profondità.

Ci sono due possibili tecniche di coltivazione. Quella annuale che consiste nel piantare ogni anno nuovi bulbi (o estirparli a fine aprile e ripiantarli in altri terreni). Quella pluriennale invece puo’ durare fino a 5 anni permette un solo lavoro di piantumazione ma  richiede una maggior cura delle infestanti ed è piu’ rischiosa  a causa del fusarium malattia funginea che puo` attaccare i bulbi.

I crocus sativus si piantano nel terreno a circa 10 cm di profondità per la cultura annuale mentre per quella pluriennale fino a 14 cm. Si consiglia una distanza di tra i 10 e i 20 cm tra un bulbo e l’ altro a seconda del ciclo che si decide di fare. Il mese ideale per questo lavoro alle nostre latitudini è quello di Agosto.

La cura principale è l’ estirpazione periodica delle malerbe. A livello di irrigazione non richiede una grande cura, e fondamentale tenerla umida ad ottobre prima della fioritura e a marzo / aprile nel momento della moltiplicazione per le coltivazioni pluriennali.

I principali nemici possono essere le lumache, gli elateridi, i nematodi i topi ed le arvicole.

Il fusarium invece è la malattia chepuo’ portare il peggior danno alla coltura provocando il marciume sotterraneo del bulbo. Il getto delle foglie anziché verde e dritto uscirà giallo e deforme. In questo caso bisogna asportare il prima possibile i bulbi dal terreno per evitare che la malattia si diffonda. Per prevenire questa malattia lo Zafferano non deve tornare nello stesso terreno per almeno 6 anni.

 CHF 1.00 a bulbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.